DOTT. YURI ARMANINI

Principali Tecniche

Tecniche di rilasciamento muscolare: hanno lo scopo di rilasciare le eccessive tensioni muscolari;

 

Tecniche articolatorie: migliorano la mobilità articolare e muscolare;

 

Manipolazioni articolari: tecniche ad alta velocità e bassa ampiezza che permettono di migliorare notevolmente la funzionalità e la posizione spaziale delle articolazioni;

 

Manipolazioni viscerali: i visceri si muovono sotto l’influenza della pressione diaframmatica. Questa dinamica può essere ristretta o scomparire, e può anche incidere sulla postura. Le tecniche viscerali hanno lo scopo di ristabilire la corretta mobilità di un organo;

 

Tecniche fasciali: tecniche molto fini e sensibili nelle quali agendo sulla tensione dei tessuti se ne ottiene il corretto bilanciamento;

 

Tecniche cranio sacrali: agiscono sul fisiologico movimento delle ossa del cranio in relazione al sacro, attraverso il tessuto meningeo. Servono a ripristinare la funzionalità del Meccanismo Respiratorio Primario. Con queste tecniche si agisce in particolare sulla vitalità dell’organismo, qualità fondamentale che permette agli esseri viventi di reagire con efficacia agli eventi di disturbo provenienti dall’ambiente esterno e da quello interno;

 

TEM: tecniche di energia muscolare che, attraverso la contrazione di determinati gruppi muscolari, porta al riequilibrio tensivo tra muscolatura agonista e antagonista, e alla correzione delle disfunzioni presenti a livello articolare;

BLT: tecniche di bilanciamento delle tensioni legamentose che permettono un riequilibrio capsulare e legamentoso appunto;

 

GOT: tecniche che migliorano la circolazione sia del letto vascolare che di quello linfatico, permettendo un drenaggio fisiologico dei tessuti;

 

Altre tecniche: Neidner, Tricot, Sutherland, e altre ancora.